Von Moos apre la sua attività commerciale nel 1985 con “La Mola Gem Cut”, un nome volutamente bilingue composto da due elementi contrastanti ma complementari: “la Mola = die Schleife“ un termine dolce, com’è la lavorazione delle pietre, legato alla terra madre e “Gem Cut“ termine inglese, moderno e specifico legato al taglio delle pietre preziose. Oggi la Ditta si chiama ALMAS – VON MOOS GIOIELLI ROMA e svolge la sua attività in Via di Monserrato, 34 all’interno di un palazzo bellissimo del 1700. Sin dall’inizio ha avuto molte richieste di collaborazioni dai migliori produttori di alta gioielleria a privati amanti di oggetti preziosi. Ogni lavorazione delle pietre richiede tecniche e macchinari specifici con un notevole impegno. L’attività comprende: il taglio delle pietre preziose, la sfaccettatura delle gemme: pietre che brillano e diffondono luce propria, dai Quarzi alle Tormaline, Topazio Imperiale, Smeraldi, Zaffiri Rubini finanche al Diamante, la sagomatura e scultura di Coralli, Turchesi, Avori, Agate…, oggetti in Cristallo di Rocca, stile “Wunderkammer“ e “objet de vertue”, il restauro e la rimodellazione di gemme o gioielli antichi, la realizzazione di gioielli ed oggetti preziosi, anche pezzi unici, di rare lavorazioni, con la consapevolezza che la preziosità è un concetto non solo legato alla bellezza ed alla rarità del ritrovamento della gemma stessa ma anche alla complessità e preziosità della manifattura nel suo complesso. Sin da subito viene applicata alla Glittica, l’incisione delle pietre, un lavoro oggi considerato di nicchia, malgrado Roma avesse una antica e grande tradizione di incisori, dai tempi del “Gran Tour”, dalla famiglia dei Saulini al maestro Sergio Corradini. L’attività dell’incisione spazia dall’araldica di stemmi e blasoni nobiliari alla realizzazione di cammei e incisioni con temi mitologici greci e romani.